Tregiridité

Un’avventura di cooperazione partecipata dal Sahara al Salento

Tregiriditè è un’organizzazione di volontariato con sede a Tricase (Le) che lavora nel campo della cooperazione internazionale e sanitaria, della cultura e della creatività.

Convinta che ogni popolo deve poter autodeterminarsi e ogni uomo deve essere libero da qualsiasi tipo di oppressione, Tregiriditè vuole generare possibilità di confronto tra persone, culture e territori. Crede che ascoltare la diversità in ogni sua forma rappresenti la chiave per la comprensione del mondo e della vita. Nel 2010 è stato avviato un percorso di cooperazione di comunità con il popolo Saharawi alimentato soprattutto da relazioni e scambi, basato sulla reciproca ospitalità e sul forte legame che si è creato con le famiglie e i bambini dei campi profughi del Sahara.

L’associazione ha intrapreso un percorso di cooperazione partecipata creando un ponte culturale e relazionale sincero e duraturo con bambini e famiglie Saharawi. Attraverso i viaggi, le accoglienze, le terapie e gli interventi, la comunità del Capo di Leuca ha conosciuto la possibilità di fare solidarietà in maniera partecipativa, con un impatto chiaro ed evidente uscendo dalla logica della beneficienza generalista.

Partendo dal progetto sanitario per l’accesso alle cure mediche dei bambini con disabilità e malattie, l’associazione è cresciuta nel tempo coinvolgendo le istituzioni e la comunità, aprendosi a strategie di animazione interculturale attraverso eventi, produzioni audio/video, musica, fotografia, indagine antropologica, volontariato internazionale e strategie educative e terapeutiche nuove e sperimentali.

Il popolo Saharawi è relegato da oltre 40 nel Sahara algerino, una zona arida e ostile, in attesa di tornare a casa. Si tratta di circa 200mila persone che, dopo l’occupazione da parte del Marocco, vivono qui grazie agli aiuti umanitari dell’UNHCR – Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati e a diverse organizzazioni civili di solidarietà.


Metti Mi piace o condividi questa pagina

I commenti sono chiusi